finanza e politica

martedì, aprile 10, 2012

Grecia


Sono in Grecia per una breve vacanza. Parlando con la gente si percepisce un'atmosfera di pesantezza enorme. Mi dicono che hanno tagliato gli stipendi dei vigili e dei poliziotti del 25% (a dir la verità mi hanno detto il 40%, ma mi sembra che abbiano un concetto approssimativo di %). Ieri sera un ristoratore mi raccontava che un donna poliziotto si era vista ridurre il suo stipendio da 800 a 600 euro e con quello non riusciva più a viveverci. I ristoranti e i bar sono vuoti, le buche sulle strade sono enormi e non si vede polizia in giro; mi dicono che anche il turismo l'anno scorso è stato molto al di sotto delle aspettative e se non si riprende quest'anno sarà un disastro: molte migliaia di esercizi hanno restituito la licenza. alcuni parlano di rivoluzione, in ogni caso ci sono scioperi e dimostrazioni e i ristoratori aperti hanno un gran timore che gli scioperi e le notizie sulla crisi tengano lontani i turisti esteri, unica fonte di reddito vera del paese. L'impressione è di un paese in ginocchio, impressione mitigata dal fatto di essere in una zona turistica.
Tutti parlano di uscire dall'Euro!

15 Comments:

Posta un commento

<< Home