finanza e politica

giovedì, febbraio 09, 2012

Primum vivere deinde philosophari!


Un amico mi ha mandato il seguente commento al mio post precedente:
"i mercati sono manipolati apposta per dare proprio quell´impressione; in realtá, i problemi di fondo non sono stati affrontati, anzi, si é aggiunto solo altro debito e l´economia reale sta nettamente peggiorando. guarda la grecia. Stampando soldi si fa salire il prezzo degli asset, ma non il valore. E' quello che stanno facendo, da qui vengono appunto le preoccupazioni fondate di iperinflazione, prima o poi, in contemporanea, le misure di austeritá stanno anche distruggendo l´economia.
Non vedo niente di positivo in quello che stanno facendo."


Io rispondo che pur concordando che l'economia va male. (Il grafico che ho messo sui noli marittimi dimostra che siamo agli stessi livelli del 2009). Ritengo che lo sforzo di Bernanke e in parte di Draghi sia corretto. Infatti se alla crisi economica aggiungiamo quella finanziaria e portiamo al fallimento anche banche e assicurazioni, arriviamo al baratro. Quindi lo ripeto: PRIMUM VIVERE E POI PARLARE DI FILOSOFIA! E' quello che stanno facendo i mercati e infatti tutto sale, obbligazioni corporate (sopratutto bancarie), obbligazioni degli stati (i nostri BTP) e azioni.
La direzione è verso l'alto e le grandi forze del mercato spingono in quella direzione. L'intervista di Soros a Blomberg television della scorsa settimana è emblematica. Dice Soros: "comprare i btp italiani è un ottimo investimento, rischioso, si, ma ottimo per speculare". Capito.
Primum vivere, deinde philosophari diceva Aristotele.

13 Comments:

Posta un commento

<< Home