finanza e politica

martedì, dicembre 07, 2010

Tutto il mondo è paese

Spulciando sui giornali irlandesi si scopre che anche lì la coalizione di governo compra i voti di qualche deputato per blindare il voto al "budget da lacrime e sangue" in cambio di progetti per casinò e bypas stradali nei collegi dei politici interessati.
Così va il mondo. Solo noi ce ne stupiamo in Italia e i nostri giornali (soprattutto quelli antigovernativi) parlano sempre di noi come il peggior paese del mondo.
Non si accorgono che così allontanano sempre più persone dalla politica e ingenerano uno stato d'animo negativo che si trasforma solo in protesta sterile o nel voto alla non politica di Grillo e Di Pietro.
Molti nostri giornalisti sono solo dei poveri provinciali.

8 Comments:

Posta un commento

<< Home