finanza e politica

martedì, gennaio 18, 2011

Vorrei vivere in un paese normale e soprattutto..... liberale


Sono stato una settimana all'estero e mi ero disintossicato dai giornali nostrani.
Poi rientro e cosa vedo........una serie infinita di articoli stile novella 2000 e grande fratello....... la vita delle persone vicine a Berlusconi vivisezionata, buttata in prima pagina con mille versioni diverse. Dove tutto, ma proprio tutto si può scrivere purchè l'obiettivo sia la distruzione mediatica del Premier.
Chissa cosa sarebbe successo se i magistrati avessero messo sotto osservazione le persone vicine a Prodi (lo ricordate il suo portavoce che andava a raccogliere viados) oppure se intercettassero da anni le conversazioni degli amici Gay di Vendola....... sai che pruriti.......poi ce ne sarebbe per tutti...........chissa cosa salterebbe fuori a mettere "cimici" addosso alla famiglioa Tulliani (enturage di Fini) e così si potrebbe continuare con Casini e tutte le sue donne (ambienti ben informati dicono che anche Azzurra abbia già le sue corna) ....... gossip? realtà?
Cosa succederebbe se le famiglie e gli amici e perfino i conoscenti di tutti noi fossero messe sotto controllo dalla mattina alla sera alla ricerca di qualsiasi appiglio per sbatterci (non in pringione) ma sui giornali bollati di infamia. (qualcuno ricorda quel film sulla polizia segreta della DDR intitolato "Le vite degli altri".

E allora viva Piero Ostellino che ha il coraggio e l'onestà intellettuale di mettere in guardia dalle aberrazioni che stiamo vivendo.

Anch'io da buon contrarian non posso che schierarmi contro questo modo di fare "politica" .

Bersani di qualcosa di sinistra "avrebbe detto una volta Nanni Moretti e smettila di raccontare in giro quallo che forse hai visto dal buco della serratura.

13 Comments:

Posta un commento

<< Home