finanza e politica

lunedì, gennaio 10, 2011

La sudditanza dell'Europa



Tremonti ha parlato di conflitti globali ed ha finito per spronare l'Europa a rialzarsi (citando Churchill)

Quello che penso (in estrema sintesi) da ormai molto tempo è questo:

  1. Gli Usa sono in crisi
  2. Il Dollaro è lo strumento che gli USA utilizzano per dominare le economie mondiali
  3. L'euro in questi anni è diventato un pericolo crescente per la supremazia del dollaro
  4. Gli Usa in crisi faranno qualsiasi cosa per scaricare sugli altri le loro debolezze
  5. La distruzione dell'Euro rafforzerebbe il $ e permetterebbe agli USA di mantenere ancora l'egemonia per diversi anni
  6. I CDS e i media saranno gli strumenti che utilizzeranno gli USA per tentare di scaricare sull'Europa la loro crisi e per cercare di distruggere l'Euro e mantenere il monopolio per la stampa dell'unica moneta del mondo

In tutto questo le nostre divisioni, e la nostra storica stupidità esterofila non fa altro che rafforzare il gioco degli USA. D'altra parte non c'è niente di nuovo sotto il sole, nella storia in Italia, spesso, i piccoli staterelli si alleavano con gli stranieri pur di battere il vicino.

La dimostrazione della nostra atavica sudditanza è la parola PIIGS coniata dagli USA e fatta propria da tutti i nostri media in modo idiota.

Pensate se noi avessimo definito gli USA "Porci" e se il Times o il Washinton Post iniziassero i loro titoli con "Noi PORCI Americani....... etc oppure se la CBS nei titoli si autodefinisse I PORCI USA, oppure se cominciassero a scrivere: " Una società di rating Europea dice che noi PORCI Americani stiamo per fallire..... etccc

Queste parole non vi suonano male? Sembrano ridicole e appaiono idiote vero? Senza senso.....

Eppure è quello che i nostri media dicono di noi tutti i giorni nonostante che in Italia non sia fallita una sola banca e le nostre riserve d'oro siano il 5% del nostro stock di debito

Si è vero hanno ragione......ma non siamo dei PIIGS siamo semplicemente dei sudditi
dei sudditi idioti.

11 Comments:

Posta un commento

<< Home