finanza e politica

venerdì, febbraio 19, 2010

Post poetici di trader.

Allego in seguito un post di Banshee un amico trader di Napoli (ma vive in Lettonia). Qunado scrive di economia o di politica non è mai banale. I suoi interventi sono sempre arguti, a volte ironici e spesso azzeccatissimi, ma Banshee ha anche una notevole vena poetica. Ecco cosa scriveva ieri come risposta ad alcuni banalissimi interventi di altri sul forum:

"Il problema e' la Felicita', sua eterna aspirazione, che e' qualcosa di sfuggente ed indefinibile, declinabile in una infinita' di modi e coniugabile con infinite forme.
E' per questo che il Bello puo' solo prometterla. Non te la puo' parare davanti, consegnartela,
puo' solo fartela intravedere,
ti affabula, ammiccante,
ti insinua un modo per raggiungerla,
ti suggerisce l'esistenza di una possibilita'.
E ti cattura.
Passerai la vita dietro questo millantatore, che non ti ripaga mai per la tua abnegazione, se non occasionalmente, in qualche fugace momento, magari quando sei distratto.
Anche appagato il desiderio, essa si e' gia' spostata piu' in la'.
Ma non smetterai, perche' esso e' quanto di piu' vicino esistente a quella ossessione inafferrabile, finche' non ti converti all'ottimo surrogato messo a disposizione dalla Provvidenza, e li tramuti entrambi nell'Abitudine.

In attesa del Dopo."

E' venerdì, mi piaceva e l'ho pubblicata......non siamo solo economia.

8 Comments:

Posta un commento

<< Home