finanza e politica

martedì, settembre 22, 2009

I media ci possono condizionare.

Torno sul tema a me caro della manipolazione delle informazioni. Lo faccio prendendo ad esempio un articolo di finanza, così sgombriamo il campo dalle faide politiche. Prendiamo ad esempio un articolo banalissimo apparso su Wall Street Italia e analizziamo il titolo: è evidente che di tutte le cose che dice il FMI si vuole evidenziare che "l'economia rialza la testa"

da Wall Street Italia
Fmi annuncia, l'economia rialza la testa
Ma la ripresa sara' lenta e pesa la disoccupazione

ANSA - NEW YORK, 22 SET - ''L'economia inizia a riprendersi dalla piu' severa crisi finanziaria dalla Grande Depressione, ma la ripresa sara' lenta'', dice Fmi. ''L'attivita' economica inizia a rimettersi ma il sistema finanziario resta danneggiato e gli squilibri persistono in diversi paesi'', afferma il Fondo Monetario nel suo World Economic Outlook, ribadendo che la ripresa economica sara' ''lenta e ci sono timori sui danni di lungo termine alla produzione e la disoccupazione e' salita a livelli elevati''.


Prendiamo lo stesso articolo ed evidenziamo nel titolo un'altra frase:

Il Fmi annuncia: la ripresa economica sara' ''lenta e ci sono timori sui danni di lungo termine alla produzione e la disoccupazione e' salita a livelli elevati''

ANSA - NEW YORK, 22 SET - ''L'economia inizia a riprendersi dalla piu' severa crisi finanziaria dalla Grande Depressione, ma la ripresa sara' lenta'', dice Fmi. ''L'attivita' economica inizia a rimettersi ma il sistema finanziario resta danneggiato e gli squilibri persistono in diversi paesi'', afferma il Fondo Monetario nel suo World Economic Outlook, ribadendo che la ripresa economica sara' ''lenta e ci sono timori sui danni di lungo termine alla produzione e la disoccupazione e' salita a livelli elevati''.

Ecco, due modi di fare informazione, entrambi sono corretti, la notizie è la stessa, la fonte è citata, ma basta cambiare il titolo e l'effetto è molto diverso. I media poi hanno molti altri mezzi per enfatizzare o ridimensionare una notizia:
  • possono metterla in prima pagina
  • possono riportare spesso la stessa notizia
  • possono riprenderla citandola in altri spazi.
  • etc....etc.....

Alla fine, soprattutto grazie alla ripetitività del messaggio e al risalto che a tale messaggio si vuole dare il messaggio arriva e tutti dopo un po' lo considerano scontato. Diventa verità indiscussa. Un punto fermo che tutti riprendono.

L'esempio è didattico e molto banale, ma se ci badate da alcuni mesi le notizie sull'economia sono date tutte allo stesso modo e da quasi tutti i media. Conoscere questi meccanismi è importante anche per chi investe nei mercati finanziari perchè nel breve (a volte anche mesi o anni) è il bombardamento mediatico che fa muovere i mercati. Questo avviene sia per singoli titoli, sia in certe fasi storiche per tutto il mercato. Oggi è evidente, ed è comprensibile la strategia che sta dietro a questo gioco, ma anche in passato è successo molte volte. Basti pensare alla bolla dei titoli internet e all'enfasi che allora i giornali mettevano nel descrivere la "new economy".

Quanto descritto non è necessariamente negativo o positivo, l'importante è conoscerne i meccanismi e continuare a mantenere la mente libera, decidendo se è il momento di essere trand follower o capire quando è ora di scappare.

Ovviamente in politica conoscere questi meccanismi ci permette di decidere (votare) al di fuori di questi condizionamenti. Ma questa è un'altra storia.

5 Comments:

Posta un commento

<< Home