finanza e politica

martedì, aprile 15, 2008

"Primo prinipio della stupidità" del Cipolla

Carlo Maria Cipolla, grande studioso di storia economica, nel saggio "Le leggi fondamentali della stupidità umana", pubblicato da Il Mulino nel volume, allegro ma non troppo, definisce lo stupido come "... una persona che causa un danno ad un'altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita".

Mi sembra che Bertinotti e Pecoraro Scanio rientrino pienamente in questa categoria con i loro partiti di lotta e di governo. Gli Italiani (che stupidi non sono) li hanno puniti. Non si può sempre fare tutto e il contrario di tutto.

6 Comments:

Posta un commento

<< Home