finanza e politica

lunedì, dicembre 18, 2006

L'Iran dice addio al dollaro e converte tutto in euro

"L'Iran dice addio al dollaro e converte tutto in euro
Il governo iraniano ha ordinato alla banca centrale di convertire in euro le attività denominate in dollari detenute all'estero e di rimpiazzare la divisa Usa con quella europea nelle transazioni con l'estero."

La notizia era nell'aria, ma è comunque una notizia che prefigura battaglie. Se anche altri stati esportatotori di materie prime andassero nella stessa direzione, la forza del dollaro subirebbe un colpo durissimo. Ricordiamo che da quando Nixon abolì la convertibilità del $ in oro, gli USA hanno potuto stampare moneta a piacimento e con questa moneta hanno potuto pagare tutte le importazioni americane, perchè dal dopoguerra ad oggi il dollaro è stata l'unica moneta di riferimento, per gli scambi mondiali. Con la nascita dell'Euro è finito il monopolio, e oggi gli altri stati possono decidere di essere pagati in Euro o di detenere le loro riserve denominate in Euro. Di fatto tutto questo sta indebolendo il dollaro, che, a garanzia della sua solvibilità pone la sua forza economico militare, ma che da molti anni ha la bilancia commerciale tottalmente sbilanciata.

In questa situazione, ogni spostamento verso il l'euro indebolisce il dollaro, e accresce l'instabilità dei mercati, già molto attenti a questa variabile.

4 Comments:

Posta un commento

<< Home