finanza e politica

martedì, aprile 12, 2011

Perchè l'Italia è tutt'altro che da disprezzare.

Ho fatto due post, uno pessimista sul Giappone e uno orientato al futuro (Energia abbondante e a basso prezzo) e termino parlando dell'Italia. Perchè essere ottimisti sull'Italia nel medio periodo (alcuni anni)?
Per ragioni di tempo devo limitarmi ad alcune brevi considerazioni:
  • Non abbiamo il nucleare e possiamo partire da zero, nella storia economica gli ultimi arrivati (se hanno la cultura necessaria) quando esce una nuova tecnologia la applicano più in fretta e meglio di chi deve smantellare la vecchia
  • Siamo ancora un paese manifatturiero e per noi il costo del petrolio è una tassa terribile che verrebbe progressivamente ridotta
  • La nuova tecnologia è eccezionale per le PMI che sono la nostra forza.
  • Finanziariamente stiamo molto meglio di quanto si crede.
Bisogna per un po' uscire dalle logiche politiche di breve, smetterla di leggere i super catastrofisti stile Repubblica, immaginare un paese che va oltre ai guai giudiziari del suo Premier.

9 Comments:

Posta un commento

<< Home