finanza e politica

venerdì, febbraio 18, 2011

Fini: si salvi chi può!




Fini si dibatte come il classico pesce fuor d'acqua, ma sa di aver perso. Ha sbagliato i calcoli. Eppure Berlusconi lo conosceva bene. Avrebbe dovuto sapere che quando è alle strette Berlusca non si comporta come i politi stile vecchia DC, che si sedevano attorno a un tavolo e mediavano per trovare sempre un compromesso. Il B. ha l'animo del giocatore di poker: quando c'è un bluff, lui rischia, ma va a vedere cosa ha nel mazzo l'altro giocatore. Fini aveva pochino.

L'unica stategia era l'attesa....... , ma è stato impaziente e ora finirà come Rutelli....... leader di se stesso.

In questi anni ne abbiamo visti tanti di leader di partito scomparire nell'irrilevanza. Ve lo ricordate Follini e il suo "Partito di Mezzo" e Martinazzoli e Castagnetti (i liquidatori prima della DC e poi del Partito Popolare) poi arrivò Segni (non ricordo nemmeno più il nome del suo comitato) e Rutelli con la sua Margherita.

Il Partito di Mezzo, la Margherita, FLI...... nomi senza storia e senza radicamento popolare ma soprattutto soggetti nati per occupare il centro ma senza le idee e senza leadership.

Speriamo che Dio ci mandi un'altro De Gasperi perchè se il Berlusca azzoppato e sotto attacco mediatico riesce ad aggregare anche in queste condizioni vuol dire che la leadership è proprio un animale in via di estinzione.

8 Comments:

Posta un commento

<< Home