finanza e politica

mercoledì, novembre 10, 2010

Proposte per migliorare l'economia italiana.

Qualche giorno fa avevo lanciato una proposta ai miei quattro amici lettori: provate a dire cosa fareste per rilanciare l'economia italiana. L'amico Azimut mi manda le sue idee e io le pubblico in questo piccolo spazio. Così per gioco sviluppiamo quel dibattito che la politica di oggi e soprattutto chi sta all'opposizione non ci propone.

Spero che altri mandino i loro contributi.

Mi fai una domanda che richiederebbe una lunga discussione, dati alla mano. Però, visto che mi sfrugugli, cerco di risponderti dicendoti ciò che farei per prima cosa.
Il primo intervento che farei è sul cuneo fiscale.
Dove prendere le risorse? avrei bisogno di alcuni dati a disposizione però la butto giù così:
a. blocco delle assunzioni statali (o entrate regolate sulle uscite e su piani pluriennali di incremento della produttività)
b. taglio delle pensioni esistenti e future oltre una certa soglia (per esempio...quante pensioni sono calcolate sull'ultimo stipendio in euro con carriere tutte in lire???)
c. reintroduzione dell'ICI (è stata un errore abolirla).
d. chiusura di un tot di ospedalie. introduzione dell'asta telematica - TRASPARENTE A TUTTI E PER TUTTE LE ISTITUZIONI STATALI -
e conseguente riduzione dei punti di acquisto (sarebbe una rivoluzione epocale).
f. accorpamento/abolizione degli enti inutili e degli enti statalig. abolizione immediata degli ordini professionali.ci metterei anche l'abolizione delle province ma bisogna passare per la modifica costituzionale, al momento impensabile.
Ovviamente è facile a dirsi e difficile a farsi. Ma quanto sopra è il minimo che ci si aspetterebbe da un Governo riformatore in carica vista la situazione (non a caso ho escluso l'abolizione delle province, benchè necessaria).Aggiungo altresì che l'intervento potrebbe essere graduale non avvenire ex-abrupto. Già un abbassamento immediato della pressione fiscale alla fonte di un 3-4% sortirebbe alcuni effetti importanti.
ciao
azimut72 (utopista?)

Si può essere più o meno in accordo, ma così a pelle un complimento per Azimut lo faccio subito. Al contrario dei politici non dice soltanto cosa farebbe, ma dice anche dove prenderebbe le risorse per farlo. Questa è serietà e questa è onestà intellettuale.

Spero altri scrivano...... su su..... Buddy, Fabio, Steeve, Imprenditore, e tutti i lettori silenti..... animiamo un dibattito importante e dimostrimo che la società civile le idee le ha.

18 Comments:

Posta un commento

<< Home