finanza e politica

lunedì, novembre 08, 2010

Pensare di risolvere la crisi economica con politiche di stimolo dell'economia ''fa ridere''

Concordo pienamente: basta pensare alla Fiat e al mercato immobiliare USA. In entrambi i casi gli stimoli hanno solo dato una effimera boccata di ossigeno, ma appena finiti il mercato è ripiombato nel buio più nero.

Tremonti:
Pensare di risolvere la crisi economica con politiche di stimolo dell'economia ''fa ridere''. Il giudizio e' del ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, che ha parlato delle misure messe in campo dai vari governi contro la crisi durante il suo intervento all'universita' San Raffaele di Milano. ''La politica di stimolo applicata all'economia - ha detto - fa ridere'', soprattutto perche' cio' presuppone che la crisi sia un fenomeno ciclico, e non strutturale. Ha chiarito il ministro: ''L'idea che deve stimolare la domanda, vuol dire pensare che non sei in un ciclo economico positivo, ma l'intensita' dei fatti e' molto piu' alta''. Il problema, secondo Tremonti, e' che ''per troppo tempo ci e' stato detto che bisognava applicare la politica degli stimoli'', ma dire che ''bisogna stimolare la domanda, vuol dire che non hai capito i cambiamenti strutturali sottostanti alla crisi''. Cambiamenti che, ha assicurato Tremonti prima di concludere, ''non sono fatti ciclici ma storici''.

9 Comments:

Posta un commento

<< Home