finanza e politica

mercoledì, settembre 13, 2006

telecom una privatizzazione sbagliata

La sinistra insorge contro Tronchetti. Addirittura qualcuno (non ricordo il nome aimè) dell'Unione ieri ha parlato del risultato di una privatizzazione sbagliata! Ma senti da che pulpito viene la predica........ricordo che Telecom fu svenduta all'epoca del governo D'Alema a Colaninno/Gnutti che per quell'affare sborsarono a Consorte/Sacchetti (Unipol) 50 milioni di Euro tutt'ora depositati (e mai toccati) in una banca svizzera e che non sono il tesoro dei due manager ma un deposito a garanzia di qualche prestito fatto ai DS.
Dunque adesso qualcuno si ricorda che è stata una privatizzazione sbagliata......e magari domani ne attribuiranno la colpa al Berlusca ehehehe, poi in un crescendo rossiniano i sindacati scateneranno un bello sciopero........ma contro chi? Contro il temuto straniero. Un bel messaggio a eventuali compratori a tenersi ben alla larga dall'investire soldi in Italia. Ma quanti polli ci sono in questo paese disposti a seguire una sinistra e un sindacato che dice queste cose?
Vediamo un po' di ricordare qualche contraddizione:

1. Prodi non vuole lo straniero, ma vuole l'Europa, e si dimentica che in europa le aziende possono essere vendute e acquistate liberamente. Allora caro Presidente vuoi stare in Europa veramente o è tutta una finta?

2. Ma dove erano tutti i nostri quando hanno permesso di scalare la Telecom utilizzando per ben due volte una leva finanziaria enorme? Nessuno ne parlava?

3. Cosa c'è di strategico per il paese nella TIM, forse Vodafone o 3 non erogano un buon servizio?
4. Cosa c'è di strategico nella proprietà di una rete fissa, se questa proprità è totalmente senza risorse per fare investimenti e negli ultimi anni non ha fatto che esternalizzare servizi, rinviare la costruzione di nuove centraline, e in certe zone (industriali) già oggi si impiega più di un mese per avere un numero telefonico di rete fissa?

L'unico vincolo da porre non è l'italianità dell'acquirente, no! Ma la richiesta di un business plan serio e la capacità finanziaria per fare investimenti........e tutto questo in realtà si ottiene applicando le regole di mercato!

7 Comments:

Posta un commento

<< Home