finanza e politica

venerdì, agosto 12, 2011

Le tasse di Berlusconi

Caro Silvio a me non è mai importato nulla delle tue serate mondane e penso che l'azione della magistratura nei tuoi confronti sia in gran parte accanimento.
La mia analisi e il mio giudizio è solo sulla politica.
Qui aihmè, caro Silvio, non ti sei dimostrato uno statista. In questa legislatura hai sempre inseguito gil eventi e mai anticipato o proposto.
Hai combattutto stoicamente le panzane del CSX (incapaci di proporre nulla) ma poi ti sei calato le braghe e anche le mutande di fronte alla BCE.

Caro Silvio ci voleva coraggio prima:

- politica industriale per sostenere lo sviluppo di 3/4 settori insustriali strategici per il paese
- abolizione delle Province
- abolizione delle Camere di Commercio
- riduzione (non della politica) del perimetro pubblico in cui la politichina si muove (enti e schifezze varie da abolire)
- liberalizzazione degli ordini e delle professioni
- liberalizzazione del mercato del lavoro
- sburocratizzazione selvaggia della PA
- riforma fiscale


-E invece che fai? Finisci i tuoi giorni a palazzo Chigi implorando l'aiuto della BCE e sottoponendo te e gli Italiani alla cura Merkel: tasse und rigoren........ rigoren und tassen. (altro che sviluppo)

Caro Silvio così non salverai l'Italia e gli Italiani e non salverai nemmeno te stesso (sopravviverai ancora qulache mese come l'utile idiota di prodiana memoria) e finirai per essere ostaggio dei poteri forti della finanza e della tenaglia Merkel - Sarkozy.

Tutto questo non solleverà nemmeno l'Italia che dopo una boccatina di sollievo di qualche giorno ripiomberà nella crisi più nera (comprare ora in borsa ma poi rivendere dopo un bel rimbalzo).

Caro Silvio le tue capacità da imprenditore andavano esercitate nei primi tre mesi di governo, quando eri fortissimo esattamente come un nuovo AD fa quando prende in mano un'azienda in crisi. Ci voleva coraggio e forza subito. Ora caro Silvio sei veramente sotto ricatto..... ma non della magistratura (peraltro indegna di un paese civile) ma della UE e della Merkel e sarai ricordato come quello che ci ha riempito di tasse senza risolvere nulla.
Perchè intendiamoci l'ennesima manovra lacrime e sangue non risolverà nulla, come non risolsero nulla le altre manovre di Amato, Ciampi e Prodi.

Ricordo che l'unico momento in cui l'Italia è cresiuta significativamente è stata dopo l'uscita dallo SME e la conseguente svalutazione della Lira. Noi non siamo la Germania e non lo saremo mai ed essere collegati alla sua moneta ci condurrà alla distruzione. Questo Caro Silvio dovevi capire. ora è troppo tardi e aumentando tasse e balzelli nulla sarà risolto e tu e l'Italia siete al capolinea (aihmè siamo al capolinea).


Lo dico con grande, grandissimo dispiacere e con una tristezza infinita da italiano!


10 Comments:

Posta un commento

<< Home