finanza e politica

venerdì, giugno 11, 2010

Dati oggettivi e dati stimati. A decidere sono comunque i mercati.

Oggi sono usciti due dati:
Ore 14.30 vendite al dettaglio Precedente + 0.4, stima analisti: +0,2.........dato - 1,2
Ore 15,55 fiducia Univ Michighan (dato frutto di interviste ad un campione) Precedente 73,5, stima analisti 75, dato 75,5

Ora bisogna capire che il dato sulle vendite al dettaglio è reale ed è bruttissimo. Il dato dell'Univ Michigan è un sondaggio e riflette un giudizio dato da un campione di persone sulla loro percezione della crisi.
Personalmente se dovessi dare un voto di importanza da 0 a 10 direi 3 Michigan e 9 vendite al dettaglio. Inoltre mentre il dato sulle vendite ha ribaltato sostanzialmente le aspettative e il trend mentre la fiducia del Michigan ha migliorato di pochissimo le stime degli analisti.
Ergo....le borse dovrebbero crollare, ma......c'è un ma: le borse ascoltano ciò che vogliono ascoltare e se oggi daranno più ascolto al Michigan......be' allora sarà un segnale rialzista molto forte perchè nel breve o brevissimo tenderanno solo a seguire le notizie positive ignorando quelle negative. Insomma il mercato ci indicherà oggi dove vuole andare. Le news faranno da cartina di tornasole. (solo nel breve ovviamente)

4 Comments:

Posta un commento

<< Home