finanza e politica

martedì, settembre 30, 2008

In questo momento l'obiettivo del trader è la sopravvivenza

Difficile, se non impossibile dire cosa succederà a breve:
  • l'analisi tecnica è quasi inservibile
  • l'analisi fondamentale del tutto inutile
  • la politica è schizzofrenica
In questo momento il primo obiettivo è sopravvivere sia economicamente (preservare il capitale) sia psicologicamente.
L'analisi del sentiment fa propendere per un punto di minimo, ma la crisi bancaria è ancora lontana da una soluzione e quindi imprevedibile.
E' molto difficile anche andare contrarian con le option, perchè il mercato è illiquido; soprattutto i venditori non sono presenti sul book, oppure mettono prezzi irrealistici perchè temono di essere impallinati su un eventuale rimbalzo violento.
Anche i cross sulle monete non hanno una direzione.
Forse si può tentare qualche option solo sugli indici.......ma con cautela. La direzione? in questa fase si può tranquillamente lanciare la monetina. L'unica sicurezza è che i movimenti saranno ampi. Ecco per questo si potrebbe puntare sulla volatilità magari comprando sia PUT che CALL molto out of the money.
Per i cassettisti ancora in posizione, nonostante gli appelli che da questo blog sono stati più volte fatti.........bè a questo punto conviene aspettare, per evitare di vendere sui minimi o vicini ad essi. Naturalmente, aspettare un rimbalzo e poi vendere......non una ripresa stabile del mercato.

7 Comments:

Posta un commento

<< Home