finanza e politica

giovedì, dicembre 10, 2009

Ormai fanno bere ai lettori qualsiasi cosa.

Repubblica (la reincarnazione della Pravda) oggi ha raggiunto un'altro massimo (non so se relativo o assoluto sic!).
La storia delle intercettazioni Fassino-Consorte per l'affare BNL che sarebbero state vendute a Belzebù (Berlusconi).
La cosa incredibile è che anche qui si stravolge la realtà e si fa passare per eroi quelli che stavano intrallazzando (Fassino e Consorte insieme ai famosi furbetti del quartierino, quali Ricucci e compagnia bella) mentre il solito Berlusca appare come l'orco cattivo responsabile di tutto il male.
Insomma, non conta l'azione al limite delle legge dei capi del PD......no, no questo è del tutto ininfluente. Ciò che importa ai nostri è se il Berlusca lo sia venuto a sapere. Hahahahaha incredibile.
Poi nell'articolo della Pravda si dice anche che quelle intercettazioni disposte dalla magistratura non ebbero poi rilevanza penale (doppio sic!).
Vale la pena ricordare che il magistrato che condusse l'accusa (Dott.ssa Forleo che in passato aveva anche condotto indagini su Berlusconi) fu trasferita e e bollatta come "matta" dal CSM.
Incredibile?
Eppure Repubblica riesce perfino a scrivere di queste cose e autorevoli esponenti del PD (Finocchiaro) le sostengono. Evidentemente pensano che i loro lettori ormai si bevano qualsiasi cosa. L'importante è che ci sia Berlusconi e che tutte le colpe ricadano su di lui, poi se i difensori del popolo intrallazzano con finanzieri truffaldini per scalare una banca in spregio di azionisti e risparmiatori e alla faccia delle varie Consob......be' questo secondo Repubblica è un merito?!
Qui pensano che siamo proprio tutti fessi!!!!

13 Comments:

Posta un commento

<< Home