finanza e politica

giovedì, gennaio 21, 2010

Giornata più difficile

Oggi è statata una giornata molto più difficile di ieri. Nella prima fase partenza in rialzo e poi grande incertezza fino alle 16.......e poi una fortissima accelerazione al ribasso. Avevo operato molto bene fino alle 16, poi ad un certo punto ero short sull'indice, ma quello si è messo a salire, mi sono stoppato in perdita, poi dopo 2 minuti ha cominciato a scendere......uffah! Per fortuna che attorno ai 23140 mi sono rimesso short. Il ragionamento era semplice:
Con gli Usa in caduta il nostro indice doveva assolutamente arrivare a 23.000. E quindi short pesante......poi ho messo la chiusura a 22.985. Il ragionamento era. Se arriva vicino ai 23.000 scattano tutti gli stop e scende di botto. Cosa puntualmente avvenuta alle 16.53 (metto il minuto esatto perchè se avete i grafici ad un minuto vi consiglio di andare a vedere) in poichi secondi è passato da 23.060 a 22.955 poi è ricresciuto. Era la valanga degli stop loss automatici che scattavano in pochi secondi. Bella la sensazione quando si sta dalla parte giusta!

Poi ho fatto altre operazioni sopra e sotto i 23.000. La logica era che il mercato avrebbe continuato per un po' a ballare sopra e sotto. Quindi poco sopra vendevo e poco sotto acquistavo. Giochetto perfetto. Insomma tutto bene......peccato che in chiusura ho voluto esagerare e visto che era sceso ho riacquistato long e non mi sono accontentato dell'ultima manciati di euro.......così negli ultimi minuti con il DJ in caduta libera non mi sono stoppato e sono andato overnight con un bel rischio, visto l'umore di Wally.
Ecco vi ho fatto (e mi sono fatto) la cronaca della giornata, con gli errori e le cose giuste.
Giornata finita con un bel gain ma con la spada di Damocle dell'overnight.

4 Comments:

Posta un commento

<< Home