finanza e politica

lunedì, dicembre 01, 2008

Enel e Berlusconi: ci vuole coerenza

Il mese scorso Berlusconi ha detto pubblicamente di comprare ENEL perchè solida.
Venerdì il Governo con decreto decide di bloccare le tariffe dell'energia.
La mano destra deve coordinarsi con la mano sinistra altrimenti il messaggio che ne discende è pessimo. Oltre al terribile stop and go per i mercati, si rischia un messaggio di pressapochismo che non fa bene nemmeno al governo.
E' assolutamente indispensabile dimostrare una guida sicura e non questi giochetti di prestigio altrimenti sarà il caos.

7 Comments:

Posta un commento

<< Home